fbpx
segreti email marketing

5 consigli di e-mail marketing per far funzionare al meglio il tuo business

Se dico e-mail marketing ti vedo che alzi gli occhi al cielo e sospiri. Le persone ricevono così tante e-mail e potresti pensare che inserirle nella tua strategia non sia una buona azione di marketing. Nulla di più sbagliato. Certo, essendoci molte aziende che utilizzano questo strumento dovrai assicurarti che le tue email siano rilevanti per chi le riceve, onde evitare di intasare la loro casella Inbox con comunicazioni prettamente commerciali. Non sei convinto? Leggi questi 5 consigli di email marketing e cambierai subito idea.

L’email marketing è una forma di marketing diretto che permette di inviare comunicazioni personalizzate a un gruppo definito di persone ed è uno degli strumenti che permette di ottenere un ritorno sull’investimento (ROI) tra i più elevati rispetto ad altri strumenti.

Un recente studio di MailUp, una piattaforma per fare email marketing, ha confrontato l’invio di email tra gli anni 2018 e 2019. È emerso che nel 2019 il numero di volte in cui le email sono state aperte dagli utenti (tasso di apertura) è aumentato dell’1,3%, così come sono aumentate le email inviate.

Campagna email marketing: facciamo una distinzione

Prima di proseguire dobbiamo fare una precisazione. Nel grande mondo dell’email marketing infatti ci sono due possibilità per l’azienda: DEM e newsletter.

Le DEM, direct email marketing, sono messaggi inviati con scopi pubblicitari e con frequenza occasionale.

Le newsletter invece sono comunicazioni più informative inviate regolarmente.

Le DEM sono email costruite con una grafica ad hoc, con una call to action chiara ed esplicita. Inoltre possono essere inviate sia a contatti che hai raccolto nel tempo, sia a liste di contatti che hai acquistato.

Le newsletter, invece, tendono ad avere la stessa grafica nel tempo. Questo permette di essere riconoscibili dagli utenti. Si tratta di puri momenti di incontro tra azienda e utente.

Le email si distinguono a loro volta in:

  • Manuali, cioè che vengono inviate manualmente da te
  • Automatiche, quando predisponi un flusso di email che in modo automatico vengono inviate ai contatti con determinate caratteristiche (es: ultimo acquisto 10 giorni fa)
  • Transazionali, si tratta di tutte quelle email che vengono inviate come conseguenza di un’azione da parte dell’utente (es: un contatto si iscrive al sito e riceve un’email di benvenuto).

Rispetto alle email “normalI”, DEM e newsletter vengono inviate attraverso un software esterno. Questo permette di ottenere statistiche precise su quante persone hanno ricevuto l’email, in quanti le hanno aperte, in quanti hanno cliccato e dove hanno cliccato.

Come fare email marketing: i miei consigli

Per fare email marketing dovrai abbonarti a qualche piattaforma. Trattandosi di una spesa da inserire nel tuo budget marketing, devi assicurarti di sfruttare questo strumento per ottenere dei risultati utili al tuo business.

  1. Usala per raggiungere il tuo obiettivo

Dietro ad ogni azione di marketing ci deve essere sempre un obiettivo a cui tendere, un risultato che si vuole ottenere. Assicurati di utilizzare DEM e newsletter in modo tale che siano in linea con la tua azienda.

Facciamo un esempio: hai un e-commerce e il tuo obiettivo è vendere di più. Dalle DEM che invii ti aspetti quindi che molti clicchino sulla call to action e comprino, se questo non avviene allora devi prontamente cambiare qualcosa. Se invece hai un blog potresti inviare newsletter con l’obiettivo di aumentare il traffico del tuo sito, e così via.

L’importante è controllare frequentemente le statistiche delle tue email per assicurarti che stiano portando al risultato desiderato e poter intervenire se ciò non stesse accadendo.

2. Scegli il mailer giusto

Prima di iniziare a pieno ritmo la tua strategia dotati di uno strumento software di email marketing. Ne esistono di diversi, ad esempio:

  • Active Campaign
  • AWeber
  • GetResponse
  • MailChimp
  • MailUp

Quale devi scegliere? Quello più giusto per i tuoi scopi. Verifica la presenza della funzionalità drag & drop, che ti permette di creare delle grafiche in modo semplice. Inoltre assicurati che la visualizzazione sia mobile friendly e che sia possibile inviare automazioni e utilizzare gli strumenti per una strategia di lead generation (ottenere nuovi contatti). Infine, se devi inviare migliaia di email, verifica la presenza o meno di limiti di invio.

3. Mandale alle persone giuste

Le comunicazioni che invii devono essere rilevanti, ma non in senso assoluto. Devono essere rilevanti per le persone che le ricevono. Ecco perché devi segmentare la tua lista contatti.

Ogni email della tua lunga lista corrisponde a una persona con sesso, età, comportamenti differenti. Riunendo i singoli indirizzi email in gruppi riuscirai a trovare di volta in volta il target giusto per le varie email.

4. Scrivi i contenuti giusti

Non esagerare con la promozione, cerca di stabilire un calendario di contenuti in cui argomenti commerciali e informativi siano ben distribuiti. Una volta che avrai trovato i contenuti giusti per il tuo target, scrivili nel modo giusto.

CONSIGLIO GRATIS: QUESTO NON È IL MODO GIUSTO!!!

Parole scritte tutte in maiuscolo, punti esclamativi multipli, scrivere sempre “Gratis” nell’oggetto dell’email, sono tutte cattive abitudini che penalizzeranno la tua strategia di email marketing. Presta attenzione all’oggetto dell’email e al sommario, come ti ho spiegato qui, è in base a queste variabili che una persona decide di aprire o meno la tua email.

5. Scegli la giusta frequenza

All’inizio hai fatto una giusta osservazione: riceviamo una montagna di email ogni giorno. Proprio per questo, tra i vari consigli di email marketing, ci tengo a sottolineare di porre attenzione alla frequenza delle tue comunicazioni e ai tempi di invio. Per quanto riguarda questi ultimi la cosa migliore è sperimentare.

La frequenza di invio invece è da valutare in base alla rilevanza. Hai un blog che aggiorni quotidianamente con contenuti di attualità? Allora puoi pensare ad un invio quotidiano, mentre in altri casi è sufficiente un invio a settimana o ogni 10 giorni, per accompagnare i tuoi utenti lungo tutto il mese.

Con una strategia di email marketing efficace si possono ottenere risultati interessanti. Trova la tua grafica e inizia ad arricchire il tuo database di contatti: con le email puoi essere vicino agli utenti in un modo personale difficile da eguagliare.

Se vuoi possiamo studiare un piano di e-mail marketing per la tua attività. Contattami per una consulenza online e ne parleremo insieme.

consulenza marketing online

Ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *