fbpx

Analisi sito web: 3 cose da controllare

“Hai passato giorni, settimane a studiare nuovi contenuti per il tuo sito web e a pianificare nuove pagine, ora che è finalmente on-line puoi rilassarti.” Se qualcuno ti ha detto una cosa simile ferma il nastro, riavvolgi e cancella tutto. Creare un nuovo sito web, aggiornarlo, produrre contenuti sono operazioni inutili se non vengono affiancate da una constante analisi sito web. Vediamo cosa è bene controllare periodicamente, per fare il punto della situazione e valutare gli effetti del lavoro svolto.

Durante l’analisi di un sito internet si prendono in considerazione diversi fattori che concorrono in egual misura alla sua valutazione finale. Nello specifico si parla di analisi SEO di un sito web. Dovresti già conoscere questo termine e sapere a cosa si riferisce, ma ecco un breve riassunto.

La SEO, Search Engine Optimization, indica una serie di attività messe in atto per ottimizzare il proprio sito web con l’obiettivo di migliorarne l’indicizzazione e il posizionamento sui motori di ricerca, ad esempio Google.

Qui ti spiego meglio la differenza tra ottimizzazione, indicizzazione e posizionamento.

Se il tuo sito e i suoi contenuti sono stati realizzati da professionisti e tutto il lavoro è stato monitorato e aggiornato nel tempo, non dovresti trovarti di fronte a una situazione critica. Tuttavia è sempre importante realizzare un SEO Audit e avere consapevolezza di come sta andando, per poter adeguare di conseguenza la propria strategia.

Come fare l’analisi di un sito web?

L’analisi sito web consiste nel controllare un sito in termini di performance, user experience e contenuti e richiede conoscenze specifiche per essere realizzata in modo approfondito, con risultati certi.

Si tratta quindi di un lavoro complesso e articolato, tuttavia ci sono 3 cose a mio avviso indispensabili che puoi controllare facilmente anche tu:

  1. Usabilità da mobile
  2. Velocità di caricamento
  3. Ottimizzazione e posizionamento

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e come puoi svolgere l’analisi.

1. Usabilità da mobile

Ormai non è più una sorpresa, le persone sempre più spesso utilizzano smartphone e tablet per visitare siti web, trovare informazioni e acquistare prodotti/servizi. Proprio per questo uno dei fattori fondamentali di valutazione, anche agli occhi del motore di ricerca, è l’usabilità mobile del sito web.

A tal proposito Google stesso ha elaborato un algoritmo che ha testato per diverso tempo: il Mobile-First Index. Si tratta di una vera e propria rivoluzione nel posizionamento, in cui viene data priorità assoluta alla versione mobile di un sito web. L’obiettivo è assicurare agli utenti la risposta più idonea alle loro ricerche.

Se oltre il 52% delle ricerche avviene tramite mobile va da sé che la risposta mostrata in SERP deve essere quella più idonea al dispositivo utilizzato.

Per avere una prima idea di come funziona il tuo sito da un dispositivo mobile puoi aprirlo sul pc, cliccare sulla pagina con il tasto destro del mouse e poi selezionare “Ispeziona”. dal menu che ti compare Ti si aprirà una schermata che ti offre la possibilità di fare una analisi del sito web navigandolo come se fossi sul telefono o sul tablet.

Per un’analisi ancora più precisa, puoi utilizzare questo tool messo a disposizione da Google stesso, che ti permette di verificare se il tuo sito è ottimizzato per i dispositivi mobili e ti dà anche utili suggerimenti per migliorare le cose, qualora non fossero ok.

analisi usabilità mobile sito

2. Velocità di caricamento

Questa è la chiave di volta che può ribaltare completamente la fruizione di un sito web.

I tempi di caricamento del tuo sito web spesso sono l’unico metro di giudizio per chi naviga, la determinante che trasforma un utente in un tuo potenziale cliente o in una frequenza di rimbalzo più alta.

È capitato a tutti di uscire da un sito che non ha nemmeno terminato di caricarsi perché stanchi di aspettare. Tutto il lavoro per indicizzare e posizionare il sito è sprecato, se poi i contenuti non vengono nemmeno visualizzati. Non credi?

La velocità di caricamento di un sito è quindi una delle cose più importanti da controllare se vuoi analizzare il tuo sito web, e va misurata periodicamente. Per farlo è possibile, anche in questo caso, sfruttare uno strumento gratuito messo a disposizione da Google, che permette di fare un’analisi pagina web per pagina web.

Si tratta di Google Page Speed Insight.

velocita sito web

3. Ottimizzazione e posizionamento

Se il tuo sito non è ben ottimizzato non avrà un buon posizionamento nell’indice del motore di ricerca, pertanto non potrà ottenere visite. Il risultato? Un’analisi sito web del tutto negativa.

Per capire cosa c’è che non va segui questi passaggi.

  • Parti prima di tutto dall’analisi del traffico sito web. Se l’hai attivata, puoi usare la Google Search Console per capire quali sono le parole chiave che permettono di trovare il tuo sito, ovvero quali sono le keyword per le quali il tuo sito è posizionato.
  • Se vuoi fare un’analisi SEO sito web più approfondita devi controllare anche i fattori SEO On Page e On Site, ovvero tutti quegli elementi tecnici come meta tag, errori, backlink che possono compromettere l’indicizzazione.

analisi google search console

Mi raccomando: non fare l’errore che fanno tutti, di controllare se il tuo sito è posizionato in prima pagina digitando una chiave di ricerca su Google.

La SERP è potenzialmente diversa da utente a utente, perché influenzata da cronologia di navigazione, geolocalizzazione, identità (se ad esempio sei loggato con il tuo account Gmail) e da altri enne fattori. Quindi non ti darebbe un risultato imparziale.

Queste sono le 3 cose principali da controllare e che puoi guardare anche da solo grazie ai tool messi a disposizione da Google. Tuttavia si tratta solo della punta dell’iceberg. Per realizzare una analisi sito web coi fiocchi gli aspetti da considerare sono veramente molti e vanno analizzati e interpretati nel modo corretto.

Personalmente ho strutturato l’analisi sito web in macro-categorie (Performance, User Experience e Contenuti) che mi permettono di svolgere per i miei clienti un SEO Audit estremamente approfondito e accurato. Scopri in cosa consiste il mio SEO Audit: un check-up completo per analizzare lo stato di salute del tuo sito e il punto di partenza fondamentale per creare la strategia migliore per farti trovare online.

seo audit

Ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *