fbpx
come fare pubblicità su facebook

Come fare pubblicità su Facebook se vendi prodotti/servizi online

I dati raccolti in questi anni da agenzie e istituti parlano chiaro: l’approccio all’acquisto si è evoluto ed è diventato fondamentale sapere come fare pubblicità su Facebook. Ad essere cambiata è proprio la tipologia di pensiero delle persone e le logiche che queste mettono in atto, più o meno consapevolmente, prima di portare a termine l’acquisto di un determinato prodotto o servizio.

In conseguenza a tale cambiamento, anche le strategie di marketing – web e tradizionale – si sono sviluppate al fine di farsi trovare dal potenziale acquirente nei momenti clou del processo di acquisto. In questo articolo sul buyer’s journey ti spiego meglio cosa intendo.

Un ruolo importante di questo nuovo approccio del marketing è giocato dai social network, “luoghi” in cui le persone passano quasi 2 ore al giorno (fonte: Digital Report).

Ecco perché la pubblicità su Facebook può rivelarsi uno strumento molto utile, a fronte di un piccolo investimento, per incrementare clienti e vendite. Basta sapere come farla BENE.

Primi passi nella pubblicità su Facebook

Fare pubblicità su Facebook consiste nel creare annunci a pagamento, composti da foto, video e testo, rivolti ad un gruppo specifico di persone da te selezionato.

Tutte le sponsorizzazioni Facebook, cioè questi post pubblicizzati a pagamento, funzionano secondo una struttura piramidale a 3 livelli:

  1. Campagna: dove si va a definire l’obiettivo (es: ottenere più “mi piace”, far fare un’azione particolare sul tuo sito web etc). Si tratta della prima cosa da selezionare quando si sta impostando la pubblicità su Facebook.
  2. Gruppo di inserzioni: dove è possibile decidere quanto spendere, le caratteristiche delle persone che devono essere raggiunte dalla pubblicità e dove devono essere mostrati gli annunci (i cosiddetti posizionamenti)
  3. Inserzioni: cioè i singoli annunci pubblicitari, caratterizzati da creatività differenti. Ogni inserzione può avere testo, grafica, link e azioni da fare diversi tra di loro.

Ma veniamo all’argomento di questo articolo: come fare pubblicità su Facebook se vendi prodotti online?

Inserzioni Facebook per vendere online

Per poter sfruttare Facebook come tuo alleato nella vendita online, come in ogni strategia di digital marketing che si rispetti devi avere un obiettivo chiaro e definito da raggiungere (es: vendere N prodotti in X tempo). Solo così potrai valutare il tuo ritorno sull’investimento (ROI) e organizzare le diverse attività da mettere in campo per raggiungerlo.

Dove sono i tuoi clienti e di quali informazioni hanno bisogno?

Affinché la tua azione di Facebook advertising abbia successo devi abbinare diverse tecniche e fornire a Facebook stesso maggiori informazioni possibili in merito al tuo target di clientela e al loro buyer’s journey. È proprio di questo che ti accennavo all’inizio: ogni tuo cliente tipo percorre una strada che lo conduce a conoscerti e a diventare tuo cliente (il famoso funnel).

In base alla fase del processo in cui essi si trovano, hanno necessità di avere informazioni diverse e utilizzano diversi canali per ottenerle.

Facebook advertising: scegli l’obiettivo corretto

Se vuoi vendere prodotti (o servizi) online devi assicurarti che Facebook, il tuo nuovo commerciale di fiducia, ne sia a conoscenza. Riprendendo lo schema che ti ho illustrato prima, a livello di “campagna” puoi selezionare, nella colonna Conversioni, l’obiettivo “Vendita dei prodotti nel catalogo”.

In questo modo puoi mostrare i prodotti del tuo catalogo (che avrai precedentemente configurato come ti ho spiegato qui) e attirare l’attenzione degli utenti.

In alternativa puoi optare per l’obiettivo “Conversioni” nel caso tu stia operando nella parte alta del funnel e quindi voglia, almeno inizialmente, portare le persone a visualizzare le schede prodotto senza però spingerle subito ad acquistare. Questa soluzione è sicuramente più adatta nel caso tu venda prodotti high ticket, cioè con un prezzo elevato, per i quali le persone hanno bisogno di tempo prima di convertire.

Attenzione: al fine di monitorare correttamente le conversioni ottenute dalla campagna assicurati di aver attivato il pixel e le conversion API.

Cos’è il pixel di Facebook e perché ti serve per vendere online con le FB Ads?

Il pixel è uno strumento fondamentale per fare pubblicità su Facebook.

Per farla semplice, si tratta di un codice da inserire nelle pagine del tuo sito web che permette di tracciare tutte le persone che escono da Facebook per visitare il tuo sito. Grazie a questo strumento è possibile ottimizzare gli obiettivi di conversione e avere dati accurati su chi andare poi a rintracciare, con successive ads.

Grazie al pixel puoi fare pubblicità su Facebook con una precisione assoluta scegliendo magari come target chi ha visitato nell’arco di X giorni il tuo sito web, attuando così azioni di retargeting.

Il retargeting come leva all’acquisto

E proprio il retargeting è un’altra delle azioni fondamentali da mettere in atto, quando si tratta di vendere online.

Sapevi che solo il 2% degli e-commerce riesce a convertire alla prima visita?

La maggior parte dei siti di vendita online implementano attività di retargeting per intercettare quei potenziali clienti e ottenere così un ROI elevato.

Impostando correttamente il pixel di Facebook (e le conversion API per il tracciamento lato server) puoi registrare i diversi comportamenti degli utenti sul tuo sito web – come chi ha aggiunto un prodotto al carrello e non ha concluso l’acquisto – e sfruttare queste informazioni per creare sponsorizzazioni Facebook proponendo proprio quei prodotti dal catalogo in maniera semplice e veloce, attraverso le inserzioni dinamiche.

Inoltre grazie all’attività di retargeting puoi effettuare up-selling e cross-selling come se le persone fossero nel negozio fisico.

“È tutto magnifico, ma quanto costa la pubblicità su Facebook?” mi chiederai.

Ebbene ti svelo un segreto: le azioni di Facebook advertising hanno un costo molto più basso di altre tipologie di pubblicità tradizionali e permettono un monitoraggio e un’analisi molto più specifiche per poter intervenire tempestivamente per apportare modifiche e migliorie.

Sei tu a decidere il budget, in base alle tue disponibilità, e ad avere la libertà di aumentarlo (o diminuirlo) in base alle performance.

Vuoi approfondire questi argomenti? Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

Per imparare come farsi pubblicità su Facebook in modo autonomo e senza assumere professionisti hai 2 opzioni: procedere per prove ed errori o formarti con il mio corso “Facebook Ads – Base”

corso facebook ads base

Ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.