fbpx
strategie web marketing black friday natale feste

Strategie di web marketing per le feste

Da luglio a maggio, quindi praticamente per 11 mesi su 12, è tutta una promozione. Il periodo più “caldo” dell’anno, però, è sicuramente quello che coinvolge il Black Friday e il Natale, quello in cui tutti (volenti o nolenti) si trovano ad acquistare qualcosa, per sé o per gli altri. Se hai un negozio fisico, un’attività commerciale, un e-commerce o anche solo una piccola “bancarella virtuale” su Etsy, starai sicuramente pensando come sfruttare queste feste per aumentare le vendite. La risposta è: con un piano d’azione ben definito che contempli le giuste strategie di web marketing. Vediamo quali sono.

Parti dal target: chi è, cosa cerca

C’è chi ha già fatto la lista delle cose che vuole comperare, si è segnato sull’agenda le date del Black Friday e delle possibili promozioni e ha già la carta di credito in mano, pronto a strisciarla (o digitarne il codice) all’offerta opportuna.

C’è invece chi non ama fare shopping ma a volte (soprattutto in occasione delle festività) è costretto. Non sa da dove partire né cosa cercare, e ha quindi bisogno di un piccolo aiuto per trovare il regalo perfetto.

E poi c’è chi ha una sola missione nella vita: trovare l’offerta migliore. È un utente che fa ricerche molto tempo prima, decidendo con largo anticipo quali saranno i siti su cui vorrà fare acquisti (sempre che ci siano offerte interessanti).

Per ognuna di queste “persone” ci sono strategie di marketing specifiche da adottare.

Te ne segnalo alcune qui sotto, che puoi iniziare a mettere in atto già da ora.

Social Commerce: vendere sui social NON è PER TUTTI

Vendere a freddo, a un pubblico che non ti conosce, può rivelarsi costoso (dal punto di vista del budget investito) e poco redditizio (dal punto di vista delle vendite generate).

Alla base di una buona strategia di marketing sui social c’è sempre la questione del pubblico a cui ti rivolgi. Più caldo è, meglio è.

E come si fa a “scaldarlo”?

  1. Prima lo si avvicina piano piano, con contenuti di “presentazione”, con post e campagne che lo invitino a fare un’azione soft, tipo visitare il tuo sito o guardare un breve video.
  2. Poi si va a lavorare su quel segmento di target (i cosiddetti pubblici personalizzati) e si cerca di instillare fiducia, di dimostrare la propria autorevolezza, di spiegare come i tuoi prodotti/servizi possano aiutarlo a risolvere un problema, un bisogno o un desiderio, sfruttando anche la riprova sociale.
  3. Infine, si lavora con il retargeting, cioè si vanno a prendere le persone che più si sono avvicinate alla conversione, senza però concludere, e si cerca di convincerle che quello è il momento giusto per approfittarne (magari facendo leva su sconti e offerte a tempo, usando un copy vincente e le armi della persuasione di Cialdini).

Content Marketing: dal blog alle e-mail

Se hai un e-commerce, il blog è fondamentale per parlare di quello che fai e vendi senza essere troppo commerciale. I post, infatti, ti permettono di raccontare in maniera più esaustiva i benefici derivanti dall’uso di quel prodotto/servizio, di risolvere i dubbi del target mentre sta cercando soluzioni al suo problema e di fare utilissime guide ai regali, divise per target, età, tipologia e prezzo.

Alcuni esempi?

5 idee regalo per veri winelover

Libri per bambini da regalare a Natale

5 libri da leggere quando sei incinta

 

E con le e-mail, invece, puoi iniziare una conversazione one-to-one con il tuo target, andando a segmentare il pubblico per interessi o caratteristiche.

Potresti, ad esempio, impostare un work-flow per ricontattare chi è un po’ di tempo che non acquista sul tuo sito, magari riservandogli una promozione dedicata. Il tutto sfruttando le automation, così da non dover continuamente inviare tu i messaggi, ma lasciando che partano in automatico al verificarsi di un determinato “trigger”.

corso email marketing semplice bb academy

In occasione delle festività, però, la strategia di web marketing che preferisco è quella della newsletter. Invita le persone a iscriversi alla tua mailing list per sapere PRIMA DEGLI ALTRI quando iniziano gli sconti, quali saranno i prodotti in offerta e con che percentuale e, perché no, magari per usufruire anche di qualche offerta speciale.

Lo sapevi che puoi acquisire contatti a cui mandare le e-mail anche tramite Facebook, senza bisogno di avere un sito o una landing page? Te lo spiego in questo corso.

corso facebook lead ads bb academy

Strategie di marketing territoriale

Parlando di strategie di web marketing non possiamo trascurare l’aspetto local. Anche chi acquista in un negozio fisico passa da Google o dai social network per conoscere gli orari di apertura, vedere se sono previste offerte speciali e curiosare tra le vetrine virtuali dei prodotti.

Se hai un punto vendita in un centro commerciale o in un piccolo paese non limitarti solo al volantinaggio (ma c’è ancora qualcuno che li guarda, i volantini?) o alle pubblicità sui quotidiani locali, ma punta anche sull’online, creando e aggiornando la tua scheda Google My Business.

Puoi crearti uno shop su Facebook e Instagram anche se non hai un e-commerce e taggare i tuoi prodotti nelle foto (e presto anche nelle dirette), per mostrare il tuo assortimento e far venire voglia alle persone di venire a trovarti per saperne di più.

corso vendere online con i social bb academy

Ecco una lista di strumenti web marketing che ti serviranno

  • Pixel di Facebook e Conversion API installati sul sito
  • Account pubblicitario per le ads sui social
  • Business Manager, per gestire shop e catalogo sui social (e per gestire gli accessi in maniera professionale)
  • Piano editoriale per i social e per il blog
  • Piattaforma di e-mail marketing (io ti consiglio MailChimp, che fino a 2.000 contatti è GRATIS)

Tutte le strategie che ti ho presentato in questo articolo sono argomento dei corsi della mia Academy, dove ti insegno a fare web marketing fatto bene, in maniera semplice e con esempi reali.

Dai un’occhiata ai programmi delle singole lezioni: puoi acquistare i moduli che ti servono per la tua comunicazione online, seguire i corsi in diretta o guardare le registrazioni tutte le volte che vuoi, per 12 mesi.

beatrice borini academy

Share:

Ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.